venerdì 17 marzo 2017

Rassegna stampa: SILVERBONES


NEWS:

http://www.cheyenneradiosound.it/news/atmosfere-da-pirati-in--wild-waves-il--nuovo-disco-dei-silverbones
http://www.italiaartmagazine.it/silverbones-wild-waves/
http://www.quadriproject.com/wp/?p=22290
http://www.theangularpost.com/2017/03/07/silverbones-wild-waves/
http://livetime.altervista.org/blog/4522-2/
http://giornalemetal.blogspot.it/2017/03/silverbones-presentiamo-il-nuovo-disco.html
http://www.standout-zine.it/silverbones-band-sulla-nave-dei-pirati/
http://www.blogdellamusica.eu/silverbones-wild-waves-disco/
https://exhimusic.wordpress.com/2017/03/09/silverbones-wild-waves-stormspell-records-2016/
http://www.notizienazionali.net/notizie/musica-e-spettacolo/15792/silverbones--wild-waves
http://www.agoravox.it/Silverbones-Wild-Waves.html
http://wezla.altervista.org/silverbones-wild-waves/
http://visionisonore.altervista.org/blog/consiglio-della-settimana-silverbones-wild-waves/
http://www.brainstormingmagazine.it/2017/03/6392/

domenica 20 novembre 2016

lunedì 7 novembre 2016

ONIRICIDE "Revenge of Souls" (Review)

Full-length, Independent
(2016)

Iniziamo la recensione di questo Oniricide con qualche nota biografica, dato che parliamo di una band al suo debutto discografico: Oniricide nasce nel giugno 2011 da un'idea di Andrea Pelliccioni (chitarrista) e Daniele Pelliccioni (batterista e tastierista). Nel 2013 entra a far parte della band Mara Cek Cecconato, lead vocalist, che partecipa attivamente alla stesura delle melodie vocali e dei testi delle canzoni.

INSONUS "Nemo Optavit Vivere" (Review)

EP, Throats Productions
(2016)

Ep di debutto per questi Insonus, un duo italiano dedito ad un black metal vecchio stampo con forti richiami depressive, ma non per questo privo di personalità o troppo riciclato. Come dicevo, c'è una forte compente depressive nel sound costruito da R. (chitarre, seconde voci) e A. Vocals, (chitarre, voce, basso e drum programming), come dimostra pienamente l'urlo soffocato della seconda traccia intitolata "Bury Me", canzone che nei suoi dieci minuti di durata mette in mostra il lato più negativo dei nostri, mentre l'apertura affidata a "The Solution" poteva far pensare ad un black metal più ortodosso e in your face, in quanto i tempi di batteria e il riffing erano più serrati.

PAYMON "Beyond Darkness I Fall" (Review)

Full-length, Schattenkult Produktionen
(2016)

Black metal, black metal e ancora black metal! Assolutamente un ritorno coi fiocchi questo dei piemontesi Paymon, o sarrebbe meglio parlare al singolare, dato che dietro questo monicker si cela un solo individuo, ovvero Lord Skarn. A due anni di distanza dal debutto "Regno Occulto", e a circa venti anni dalla formazione di questo progetto, Paymon ci consegna un disco che più old-school non si potrebbe, nero fino al midollo, carico di quei riverberi ancestrali e di quei riff scarni e carichi di pathos cari ai dischi che uscivano nei primi anni Novanta e che incutevano un certo timore, oltre che il giusto feeling che questo genere deve trasmettere.